Conferenza Mondiale delle Donne
Pechino vent'anni dopo, in Expo 2015

Politiche, azioni e misure per ridare il lavoro alle donne in una nuova economia – Expo’Milano, settembre 2015“Quando tutto deve ricominciare da capo, allora tutto è già iniziato”

NELLA CRISI UNA NUOVA ECONOMIA SI RENDE NECESSARIA ED E’ AL FEMMINILE, PUNTA SUI VALORI

Ogni donna è depositaria di pratiche, conoscenze, tradizioni legate al cibo,che è il tema di Expo 2015.Ma Expo’ 2015 non è solo cibo. Intendiamo declinare il cibo intorno al tema del lavoro ,della cultura,delle identità territoriali,della biodiversità e della tutela e cura della Terra. Diamo spazio alle donne di tutto il mondo per riflettere su cosa è successo nei vent’anni che ci separano da Pechino 1995,per delineare proposte,per disegnare prospettive di cambiamento vero e soprattutto costruire politiche per ridare il lavoro alle donne,nell’economia della crisi.

Occorre un nuovo modello di sviluppo per uscire dalla crisi con la forza delle donne. Dai dati statistici emerge che, nei periodi difficili, le donne creano lavoro e combattono in modo positivo con idee che possono rivoluzionare la gestione del territorio. Si deve ripartire non da mere ricette, ma da interventi legislativi ed economici che abbiano alla base valori etici che possano ricostruire un’economia sociale e finanziaria che sia sostenibile nel rispetto delle esigenze e delle politiche femminili.

Call for abstract

Con lo scopo di riunire le varie comunità,  scientifiche, accademiche, associative, istituzionali, professionali, sociali e per avviare un percorso che consenta di vivere in modo partecipato la Conferenza Mondiale delle Donne in Expo’ 2015 con un approccio bottom up, dopo gli Stati Generali delle Donne del 5 dicembre 2014 a Roma, abbiamo predisposto un calendario per svolgere gli Stati Generali nelle regioni italiane.

Per arrivare in un percorso condiviso alla Conferenza Mondiale in Expo 2015, intendiamo qui raccogliere i contributi di coloro che intendono dare un contributo concreto ai temi trattati, nelle diverse sessioni, della Conferenza Mondiale.

L’elemento innovativo della Conferenza è la partecipazione congiunta di comunità diverse, fondata sull’idea che per affrontare in modo efficace il problema del lavoro delle donne sia necessario fornire una informazione completa e dettagliata a tutti gli attori coinvolti.

Date utili

a. Invio abstract: 23 marzo 2015
– max 800 caratteri, spazi inclusi
– indicare il tema di riferimento tra i 10 elencati sopra

b. Comunicazione accettazione abstract da parte del Comitato Scientifico: 23 maggio 2015

c. Invio paper o abstract esteso: 23 giugno 2015
– paper (max 30.000 caratteri, spazi inclusi)
– abstract esteso (max 8.000 caratteri, spazi inclusi)

d. Comunicazione accettazione contributi: 30 luglio 2015

I contributi dovranno essere inviati all’indirizzo:
statigenerali.donne@libero.it

La partecipazione è gratuita.

Ufficio stampa:
cinziaboschiero@gmail.com

Informazioni:
isa.maggi.statigeneralidonne@gmail.com

contattaci

seguici su Facebook

contattaci