Stati Generali delle Donne, Economia e Territori

Un “Patto per le Donne”, verso la rivoluzione ugualitaria

Il 2015 è stato, per gli Stati Generali delle Donne, l’anno della “Carta delle Donne del mondo” , un documento condiviso da molti comuni, associazioni, scuole, università,sui risvolti ai giorni nostri dei lavori della Conferenza Mondiale delle donne, svoltasi a Pechino nel 1995.
Il 2016 è l’anno di “Un Patto per le Donne”. Scritto con il contributo di tutte e ancora oggi in evoluzione, il documento vuole portare all’attenzione del Governo i risultati del lavoro che gli Stati Generali hanno portato avanti nelle Regioni per definire con il Governo stesso gli obiettivi da raggiungere e iniziare a “trasformare i problemi in opportunità e le richieste in azioni”.
Portatrici di esperienze, di professionalità e d’idee concrete, le donne si stanno confrontando in molti luoghi nell’intento di aderire e rapportarsi al Patto per le Donne, per chiedere azioni concrete a favore delle donne soprattutto sul tema fondamentale del lavoro, e per contribuire quindi al riequilibrio del nostro sistema economico.