L’Italia che verrà ha bisogno del pensiero e del talento delle donne!

Leggi e sottoscrivi la nostra lettera alle alte cariche dello Stato.

Occorre un nuovo paradigma che tenga conto dell’ambiente, della sua salvaguardia, dei cambiamenti climatici e che soprattutto tenga conto della visione delle donne…

…abituate da sempre a stare in trincea e quindi determinate e competenti a risolvere situazioni di grande impatto sociale ed economico.

In questi giorni abbiamo assistito alla ridda dei nomi che compongono le diverse task force del Governo nate per far fronte alla cosiddetta fase 2, la fase della ripartenza. Tanti proclami, tanti interventi da donne impegnate in politica per sensibilizzare il governo verso una scelta che tenesse in conto il pensiero, il talento e le competenze delle donne.

Ma tutto ciò non è avvenuto, le donne non saranno le protagoniste della ripartenza.

L’Italia continua a non essere un Paese per donne.

Dell’idea originaria, che prevedeva il coinvolgimento del Governo, dei rappresentanti dei Governatori regionali e dei Sindaci, Associazioni di categoria, terzo settore, Pubblica amministrazione, imprese, sindacati delle lavoratrici e dei lavoratori, non è rimasto più nulla se non appunto un’idea originaria.

E’ giunto il momento di dire “MoBasta!”

 

Vai alla pagina dedicata e sottoscrivi la lettera